Come non detto

Tega domenica è a Milano e quindi addio concerto a Mansuè, salvo clamorosi sviluppi. Peccato veramente: si sarebbe trattata della nostra prima esibizione al di fuori del Comune di Oderzo (uau…) e la prima volta che il gruppo suonava due volte consecutive con la stessa formazione (doppio uau…). Tutto rimandato a data da destinarsi quindi…

Però…

Il mitico batterista degli Spam (dovrebbe essere il nome del gruppo jappo in cui suono) si è fatto male. Conseguenza: suoniamo noi, sperando che Tega e gli altri siano d’accordo e non abbiano altro da fare. Domenica 4 agosto tra le 21 e mezzanotte. Non sono ancora sicuro, ma credo che suoneremo per primi, o forse dopo gli Spam se fanno 2-3 canzoni. In ogni caso faremo 4 canzoni. Bello, no? Vai!

Grazie

…a Tega che ancora una volta ci ha accompagnato con la batteria: senza di lui probabilmente non avremmo suonato. E sono contento perché ci ha espresso il desiderio di continuare la collaborazione.

…ai Double Swindle per la loro performance come sempre di qualità e a tutti quelli che hanno accettato di suonare meno del previsto senza fare storie.

…ai Kontrofase che hanno autoridotto ulteriormente il tempo a loro disposizione anche per lasciare più spazio agli ultimi, e per aver suonato lo stesso nonostante la loro condizione per niente ottimale.

…a Joe, che visto il suo stato di salute poteva starsene a casa e riposarsi, e invece è venuto a suonare lo stesso. Complimenti. Grazie anche a suo fratello per le bandiere.

…ai Turn The Tide che si sono fatti 140 km per suonare neanche 25 minuti, e dire che l’hanno presa con filosofia è dir poco. Gli faccio tanti complimenti per la loro grandissima umiltà e gli faccio tanti auguri per il futuro. Il loro posto alla prossima edizione di IndipendenzaSonora, se mai ci sarà, se lo sono già guadagnati.

…allo Zio e al Cabis che sono riusciti in mezzo al casino a fornirci un service di qualità. Hanno fatto veramente un gran lavoro.

…a tutti coloro che ci hanno dato una mano nell’organizzazione pubblicizzandoci, attaccando manifesti, portando le luci e gli strumenti.

…a Laura, Siliva e Greta che hanno condotto la serata (non avevano mai fatto niente del genere prima) e a Valentina e Elisa che hanno inventato il logo della manifestazione.

…al Comitato Sagra e agli sponsor che ci ha dato la possibilità di organizzare la serata.

…alla Cesca che per quanto gli è stato possibile è riuscita a darci lo stesso il suo prezioso contributo. Non è facile prepararsi per molto tempo ad una serata e poi non riuscire a cantare come si vorrebbe, specie per noi che di certo non facciamo concerti di continuo.

…e ovviamente a Mirco e Fabio per tutto quello che hanno fatto da quando quel lontano 7 febbraio 2005 ci diedero il via libera per organizzare questa serata.

Non è finita qui. Ho altre cose da scrivere ma lo farò in un altro momento. Mi scuso se mi sono dimenticato di qualcuno… ma per fortuna i post si possono aggiornare.

IndipendenzaSonora, -24 ore

Ci siamo. Mancano 24 ore al concertone e quasi tutto è pronto. Siamo caricatissimi, speriamo bene per la nostra cantante che è un po’ giù di voce e speriamo che vada tutto bene e che il tempo sia clemente. E’ da un pezzo che stiamo preparando questa serata e abbiamo tutta l’intenzione di offrire al pubblico che verrà a vederci una grande serata.

Intanto l’evento è stato pubblicizzato da L’Azione, la Tribuna e il Gazzettino (ringrazio il Tom che si è prodigato per far pubblicare l’annuncio su quest’ultimo giornale). E domani in teoria parleranno del concerto anche su radio Top Oderzo. I presupposti per avere un pubblico numeroso ci sono tutti!

Siamo tornati

La GMG è finita per il sottoscritto, Francesca e Mirco, è stata un’esperienza bellissima ma avrebbe comunque potuto essere ancora meglio, tra l’altro sono riuscito a far pubblicare un mio pezzo su L’Avvenire e sono contentissimo. Per i commenti dovrete aspettare un po’ ma non credo li metterò su questo blog. Vedrò.

Intanto mancano solo 3 giorni ad IndipendenzaSonora e praticamente è tutto pronto. c’è stato qualche inconveniente dell’ultim’ora che non ha dipeso da noi e che ci rovinerà un po’ i piani ma non importa.