Un libro su Camino

I tempi sono finalmente maturi per portare a compimento un’idea venuta a qualcuno ormai anni fa: pubblicare un libro su Camino, sull’onda di quelli scritti ormai vent’anni fa su Faè, Rustignè e Colfrancui.
La stesura dell’opera è già iniziata da un paio di mesi, partendo da quanto raccolto a suo tempo dal parroco don Vittore e dal signor Maurizio Bruseghin, con l’aggiunta delle informazioni raccolte dal sottoscritto per il sito internet del paese.
Tutto questo materiale verrà opportunamente sistemato, ampliato, corredato di fonti ed integrato con altre ricerche in corso le quali hanno già portato a scoperte interessanti. Il risultato dovrebbe essere un’opera di respiro che, nelle intenzioni dell’autore, vorrebbe dare il giusto risalto alla storia di questo paese così poco conosciuta e studiata.
Questa, a grandi linee, dovrebbe essere la struttura del volume: una sezione “culturale” conterrà la descrizione degli edifici e dei luoghi di interesse di Camino, a partire dalla chiesa parrocchiale e dei relativi restauri. Ci saranno anche alcune notizie sui ritrovamenti archeologici del territorio, in particolar modo sulla cosiddetta “ascia delle Baite” (epoca paleoveneta) e sul Sigillum Biachini (XIV secolo), entrambi esposti al Museo Civico di Oderzo.
Una sezione di storia conterrà una lunga cronologia del paese, che parte dall’XI secolo per arrivare ai giorni nostri: sarà realizzata anche grazie alla collaborazione di Dario Canzian, docente di storia medievale all’Università di Padova. Troverà qui spazio anche qualche documento ancora in parte o del tutto inedito come gli atti notarili di Guecellone di Salico (1331) o la relazione dell’invasione austriaca scritta dal parroco don Antonio Dusnasco nel 1920.
Ci sarà poi una sezione sulla parrocchia, la quale troverà inevitabilmente spazio anche nelle altre due, e sui gruppi operanti in paese nel presente (sagra e ASR Camino) e nel passato.
Non poteva mancare infine una esauriente sezione sulla famiglia dei da Camino, che qui si stabilì nel 1089 prendendo il nome del paese e concedendogli grande lustro per almeno due secoli.
Se tutto procederà secondo i piani, il volume sarà in libreria per Natale 2009. Nel frattempo si coglie l’occasione per lanciare un appello a tutti i caminesi: chiunque abbia aneddoti storici sul paese da raccontare (per esempio sulla scuola elementare o sulle guerre mondiali) o vecchie fotografie di un qualche interesse (per esempio che mostrano scorci di Camino non più esistenti) si metta in contatto con il sottoscritto.

Notiziario "In Cam’m’ino con Fratta", dicembre 2008
Annunci

Dino Boffo a Conegliano

Il direttore de L’Avvenire Dino Boffo sarà a Conegliano domani sera sabato 1 dicembre alle ore 20.30 presso l’auditorium Toniolo, per parlare sul tema "La Chiesa contestata dai mass media".

P. S. Da domani intanto inizierò a pubblicare i miei pezzi scritti per l’ultimo numero de L’Azione Illustrata, interamente dedicato alla musica nell’opitergino-mottense, che dovrebbe arrivare in tutte le case di Oderzo, Motta di Livenza e Mansuè tra oggi e lunedì.

A Santiago

Domani io, Francesca, Mirco e la sua morosa partiamo per farci gli ultimi 110 km del mitico Camino de Santiago, in Spagna. Torneremo il 14 agosto.

Se qualcuno ha bisogno di informazioni, manifesti o qualcos’altro sul concerto, si rivolga alla nostra ex corista Greta B. o a Fabio alias Bibi (chi sa i loro recapiti ok, gli altri si arrangiano, io qui non li metto).

P. S. ho mandato in pensione il mio primo blog, ovvero quello di HAL9000, nato nell’ormai lontano 2003, perchè non veniva quasi più aggiornato ed era un doppione di questo. Non credo che qualcuno ne sentirà la mancanza.

Boicottiamo Studio Aperto

Domenica 18 dicembre 2005, ore 11.47. Su Italia 1 è in corso una puntata "Studio Aperto".
Benedetta Parodi annuncia uno degli ultimi servizi della puntata: "Natale è alle porte, ed è giunto il momento di pensare anche ai meno fortunati, a chi sta peggio di noi".
Parte un servizio registrato in un canile.
Ripeto: un canile.
 
Che il telegiornale di Italia 1 sia molto propenso a mandare in onda servizi su cani e gatti è cosa nota, ma qui si è sorpassato ogni limite di decenza, e qualsiasi persona che abbia un minimo di buon gusto non può che sentirsi come minimo schifata da un affermazione di tale gravità, a prescindere dal suo credo politico e religioso.
Con questo servizio infatti Studio Aperto ha platealmente dichiarato, per giunta sotto Natale, che i cani meritano più attenzione e solidarietà di almeno 4 miliardi di esseri umani che vivono di stenti lontano dai riflettori.
 
Per qusto ti chiedo due cose:
 
1) A questo link si può comunicare con il direttore Mario Giordano:
http://www.studioaperto.mediaset.it/lostudioeapertoscrivi.shtml?Mario%20Giordano
 
Inviagli un messaggio di protesta, anche breve, meglio se citando apertamente il servizio in questione. Se gliene arriverà solo uno non servirà a niente, ma se gliene arrivano migliaia un esame di coscienza dovrà farlo per forza.
 
2) Diffondi il più possibile questo messaggio con ogni mezzo: inoltralo ai tuoi amici per posta elettronica, postalo nei forum, pubblicalo nel tuo blog, eccetera eccetera.
Ti chiedo però di usare una semplice precauzione se inoltri questo messaggio tramite e-mail: inserisci i nomi dei destinatari non nella casella "A" e neanche nella casella "Cc", ma nella casella "Ccn". Se non vedi nessuna casella con questo nome vai sul menù "Visualizza" e scegli l’opzione "Tutte le intestazioni" (per chi usa Microsoft Outlook).
Se non usi questo semplice accorgimento non solo non rispetti la privacy dei destinatari del messaggio e, di riflesso, la tua, ma rischi in un futuro prossimo di vedere la tua casellina di posta elettronica inondata di spam (messaggi pubblicitari non richiesti), soprattutto se, come mi auguro, questo messaggio verrà letto da molte persone.
 
Un’ultima cosa: se fai parte di una famiglia dell’Auditel, boicotta Studio Aperto.
Secondo la logica perversa dell’Auditel, il mostro che più ha contribuito a rovinare la televisione italiana, Studio Aperto è un programma vincente: da quando è strutturato in questa maniera (in pratica un quarto d’ora di cronaca nera seguito da un quarto d’ora di notizie sui vip e sui cani) ha visto aumentare il proprio share:
leggi qui se non ci credi. E ora il "virus cinofilo" sta lentamente infettando anche altri telegiornali, anche della RAI.
Sta a noi ascoltatori invertire questa tendenza, ma solo le famiglie dell’Auditel hanno la possibilità concreta, usando il telecomando, di cambiare qualcosa.
 
Sta ora a te decidere se vuoi contribuire a questa causa o meno. Nessuno ti impedisce di cestinare questo messaggio, ma poi non lamentarti se la TV non ti piace.
 
Ti faccio tanti auguri di Buon Natale in proporzione a quanto spargerai questa notizia.
Internet è il miglior mezzo che abbiamo per far sentire la nostra voce: usiamolo.

Chiuso "per ferie"

Io, Mirco e Francesca domani partiamo. O meglio, giovedì all’una di notte. Destinazione: Colonia, dove parteciperemo alla ventesima Giornata Mondiale della Gioventù (vedi link a sinistra). Saremo a casa per lunedì 22 in mattinata.

Questo non significa che gli aggiornamenti di questo blog si fermeranno, anzi, avremo ottime probabilità di postare anche da Bad Homburg, vicino a Francoforte, dove alloggeremo fino al 16 agosto, e anche di pubblicare foto. Dopo, non si sa.

Durante la nostra assenza il riferimento per tutto ciò che riguarda IndipendenzaSonora è Fabio, che potete contattare al suo cellulare (per chi lo sa) o all’email bibi13@tisscali.it (la S in più non è un errore, è una misura anti-spam, rimuovetela manualmente altrimenti il messaggio non giungerà a destinazione). Fabio poi se necessario ci inoltrerà i messaggi in Germania.

La sezione "Amici"

Sul sito dei Ctrl-Alt-Canc parte, in via sperimentale, la sezione "Amici", ovvero le pagine dedicate ai nostri fans.
Nell’attesa che io provi ad informatizzare la cosa, per avere la propria pagina personale in questa sezione mandateci un’e-mail (link qui a sinistra, occhio alla misura anti-spam) scrivendo questi dati:

Nome *
Cognome
Soprannome
Data di nascita (completa o parziale)
Luogo di residenza
*
Scuola frequentata o professione
Gruppi/cantanti italiani preferiti
*
Gruppi/cantanti stranieri preferiti *
Spazio creativo (zona in cui si può inserire quel che si vuole, nei limiti della decenza si intende)

Mandatemi queste informazioni ed entro, diciamo, 48 ore comparirà la vostra pagina. Per ora dovrete comunicarmi eventuali modifiche sempre tramite posta elettronica. I campi con l’asterisco sono obbligatori.
Mandatemi inoltre una vostra foto in formato JPG quadrata di dimensioni minime 200×200 pixel.