Mettiamola fuori legge!

Anch’io aderisco all’appello di AltraEconomia a cercare di vietare gli spot pubblicitari dell’acqua minerale.
Nel link c’è un appello da firmare, anche se come tutte le raccolte di firma on-line ha un valore puramente simbolico.

Più che altro sarebbe ora di smettere di comprare l’acqua venduta in bottiglie plastica, e bere quella del rubinetto, che è più controllata e non foraggia le solite multinazionali che fanno i miliardi grazie ad un bene comune, pagando per la concessione delle fonti cifre veramente ridicole.

Senza contare che l’acqua, durante il trasporto nelle bottiglie di plastica, perde di qualità, ed inquina, perchè i camion purtroppo vanno a benzina…

Chiusura in bellezza per il Governo Prodi

(ANSA) – ROMA, 22 FEB – Il ministro Luigi Nicolais, ha firmato oggi la circolare che elimina il tetto ai compensi per le star della Rai. Niente piu’ limite di 272 mila euro, quindi, per i presentatori Pippo Baudo e Michelle Hunzinker. ‘L’eventuale applicazione del tetto previsto dalla finanziaria altererebbe, secondo Nicolais, il normale esplicarsi del confronto aziendale ponendo la societa’ in una situazione di svantaggio’.

Meno male. Non ci dormivo la notte a pensare che il Pippo Nazionale per salvare lo share del Festival della Canzone Italiana avrebbe ricevuto appena 526 milioni di lire. Dare il giusto compenso al re dei presentatori televisivi è una priorità per la nazione.

Questo provvedimento è stato il degno epitaffio per il governo Prodi-bis, il quale ha vinto le elezioni sventolando la bandiera della Pace, per poi aumentare il numero di soldati italiani in Afghanistan, mandarne anche in Libano e permettere l’ampliamento della base di Vicenza.

Grazie mille.

 

In radio: Franco Battiato – Up patriots to arms

Lo Dico o no?

Sì, lo Dico… in questi giorni non si parla d’altro, o quasi: il decreto per il riconoscimento dei diritti (e i doveri dove sono?) delle coppie di fatto. Una legge che ora come ora piace a pochi, e come ha dimostrato Avvenire i diritti riconosciuti da questa legge ci sono già. Un motivo in più per ribadire che di questa legge proprio non ne abbiamo bisogno. L’ho detto.

Aggiornamento: recentemente la scrittrice Susanna Tamaro in alcune interviste a giornali, diciamo, di "cronaca rosa", ha mostrato, se ce n’era ancora il bisogno, come sia già possibile con la legislazione attuale istituire legalmente una coppia di fatto con tutti i diritti che ne conseguono. Basta un po’ di accortezza nello stipulare le assicurazioni e al momento in cui si va all’anagrafe. Lei vive da 18 anni con una donna e la cosa è legalmente riconosciuta. In caso di morte di una delle due, l’altra erediterà i suoi averi e riceverà il denaro dall’assicurazione.

Esistono infine da anni in alcune città del centro-nord guidate da amministrazioni di sinistra dei "registri civili" dove le coppie gay possono ufficializzare la propria posizione. Fino ad ora questi registri, va sottolineato, sono rimasti praticamente vuoti.

In radio: Ramones – We’re An Happy Family

Un giorno triste

Non è mai troppo tardi per ricordare FILIPPO RACITI, servitore della Stato morto per motivi assurdi e inconcepibili. Speriamo che sua morte non sia venuta invano, e che adesso ci sa la volontà di fare nel calcio la pulizia che Calciopoli non ha fatto.

Con queste poche righe voglio anch’io onorare la sua memoria.

Hasta la Vista

Ieri è uscita, dopo attese eterne, la nuova versone di Windows, ovvero Windows Vista, iI successore della versione Xp, risalente addirittura al 2001.
Come c’era da aspettarsi non è tutto oro quello che luccica, come ci segnala anche il buon Paolo Attivissimo. Per far girare gli 8000 Mb di programma ci vuole un signor PC (bisogna pure campà, diranno quelli della Intel). Nessuna sorpresa quindi.
La sorpresa arriva invece da Repubblica, che ogni tanto scrive qualcosa di buono, in quanto recensisce il nuovo sistema operativo prendendo decisamente le distanze dalle varie agiografie che stanno girando in questi giorni. Vale la pena leggerla.

Il post di Attivissimo
La recensione di Repubblica

In  radio: Radiohead – OK Computer