Mi ami? Ma quanto mi ami?

L’ultima follia della Telecom: ci ha appena inviato una bolletta di -15 euro.

Sì, meno quindici.

Devo cominciare a preoccuparmi?

Annunci

Ultima cena a Pontida

Grande appuntamento organizzato dalla Lega Nord: un dibattito su costo della vita, lavoro e impresa con ospiti d’eccezione: Franco Lorenzon (segretario provinciale Cisl), Mario Pozza (presidente confartigianato Treviso), Andrea Tomat (presidente Unindustria Treviso) e dulcis in fundo Roberto Maroni, capogruppo della Lega Nord, il cui programma della giornata prevede anche un "aperitivo in piazza" a Motta di Livenza alle 19.

Dove? A Oderzo, teatro Cristallo.
Che giorno? Oggi, giovedì 20 marzo 2008.
A che ora? 21.

Durante la Messa in Coena Domini.

Bel modo di "difendere i valori cristiani"!

L’ennesima dimostrazione di quanto sia costantiniano il rapporto tra certi politici (non solo i leghisti, purtroppo) ed il cattolicesimo.

La scoperta dell'acqua calda

Leggo su Repubblica che in Gran Bretagna sta facendo scalpore un documentario sulla vita di Cristo, il quale sostiene, basandosi su nuove sensazionali scoperte, che Cristo sarebbe morto per asfissia, con le gambe piegate anziché dritte e con i chiodi ai polsi e non sul palmo delle mani. In maniera quindi ben diversa da come illustrato nell’iconografia tradizionale.

Ammazza che scoperta! Queste cose si sanno da almeno trent’anni. Lo ha detto anche Franco Zeffirelli, che nel suo celeberrimo film Gesù di Nazareth (1977!) mostra un Gesù crocifisso esattamente come si vede nella nuova fiction inglese.

La Repubblica appunto ha riportato la notizia e, con il solito dilettantismo che la contraddistingue, è riuscita a storpiarne il significato per giungere a conclusioni discutibili. Faccio una breve analisi dell’articolo, a partire dal titolo:

Una fiction della Bbc riaccende la discussione. Gli autori: ci basiamo su nuove prove
L’ira dei cattolici: vogliono reinventare l’iconografia. Zeffirelli: "Già fatto nel mio film"
"Gambe piegate, polsi trafitti così morì Gesù Cristo"
Il direttore dell’Osservatore Romano: "Sono tesi risapute da molto tempo".

"Contrordine della Bbc sulla Passione di Cristo. Secondo una fiction della tv pubblica inglese, l’iconografia classica avrebbe "falsato" la posizione di Gesù sulla croce". L’articolo inizia così. Intanto l’ "avrebbe falsato" sa già di accusa. Nei quadri antichi di solito la Madonna è bionda con gli occhi azzurri; i personaggi indossano vestiti spesso ben poco mediorientali; le scene sono inserite in ambientazioni da città ideale. Questo significa che i grandi pittori del passato hanno falsato la vita di Cristo? Spero che nessuno risponda affermativamente. E’ la BBC che ha usato il termine "falsare" o Repubblica? Non lo so, però è ragionando in questo modo che poi qualche idiota scambia san Giovanni con la Maddalena.

Andiamo avanti: "È la "tesi" portante de "La Passione" che […] ha già suscitato critiche e proteste dei settori cristiani più tradizionalisti. Perplessità anche dal Vaticano, dal direttore dell’Osservatore Romano Giovanni Maria Vian (storico del cristianesimo); ma anche da teologi e vescovi, e persino dal regista Franco Zeffirelli". Quindi insomma il Vaticano e Zeffirelli sarebbero perplessi riguardo a questa nuova scoperta.

Avanti ancora. "Dopo la prima puntata alcuni teologi hanno accusato la Bbc di voler "reinventare" la crocifissione. Gli autori del programma sostengono, invece, "di appoggiarsi su nuove prove storiche". Per Simon Elliott, "l’immagine tradizionale di Gesù non corrisponde all’evidenza storica", pur ammettendo che una simile tesi possa irritare alcuni settori cattolici". Intanto non si dice quali sarebbero questi fantomatici teologi. Siamo arrivati a metà articolo e finora l’unica cosa che si è capito è che l’archeologia ha o avrebbe dimostrato che Gesù non è stato crocifisso come si vede nei quadri, e che questa scoperta ha fatto arrabbiare dei cattolici. Si badi, non dei cristiani qualsiasi: dei cattolici.

Continuando a leggere si scopre che Zeffirelli non è critico verso la tesi, ma verso chi l’ha spacciata per una scoperta sensazionale, ignorando che in realtà è dimostrata ormai da decenni. E lo stesso concetto viene ribadito subito dopo dal direttore dell’Osservatore Romano, "sorpreso da tanto sensazionalismo".

L’articolo termina citando un tale "reverendo George Curry, presidente della Church Society, un’associazione conservatrice della Chiesa d’Inghilterra" (quindi anglicano), che ha chiesto il blocco del programma.
Ricapitolando: l’articolo inizia riportando la tesi della BBC che mette in dubbio le modalità della Passione di Cristo cosi come sono state tramandate dalla tradizione; poi sostiene, senza mai fare nomi, che ci sono dei cattolici irritati da questa tesi; quindi riporta due autorevoli opinioni di parte cattolica entrambi d’accordo con la "nuova" ipotesi; infine riporta l’indignazione di un anglicano bigotto.

E questo sarebbe giornalismo?

P.S. Se non siete ancora convinti che la Chiesa Cattolica accetta da tempo le ipotesi riportate dalla BBC, ricordo che l’uomo della Sindone ha i chiodi conficcati ai polsi ed escoriazioni alla schiena che dimostrano che ha portato sulla spalle una trave, non una croce. (Due dei tantissimi indizi che di fatto sconfessano l’ipotesi del "falsario medievale".) Rifiutare la vecchia ipotesi spacciata per nuova dalla TV inglese significa quindi di fatto negare l’autenticità della reliquia di Torino.
Inoltre, anche volendo, non si potrebbe crocifiggere un uomo mettendo i chiodi tra gli ossicini del metacarpo. Perché cadrebbe. Ma questo la Repubblica non lo dice. Ma cosa volete, in fondo è solo Repubblica…

Beviamo l'acqua del rubinetto 2

Segnalo, sebbene un po’ in ritardo, la grande iniziativa del Patriarcato di Venezia che ha invitato i fedeli a non bere l’acqua minerale ma quella del rubinetto, specie in Quaresima.

www.veneziastilidivita.it

Peccato che i media non dia il giusto risalto anche a questo tipo di "ingerenze vaticane".

Chissà poi cosa ne pensa San Benedetto…

Programmi

Lasciamo perdere le chiacchiere e andiamoci a leggere cosa propongono, in sostanza, i candidati premier alle elezioni politiche e i programmi delle loro coalizioni.

Berlusconi (Popolo delle Libertà)

http://www.ilpopolodellaliberta.it/PROGRAMMA_PDL_2008.pdf

Bertinotti (Sinistra Arcobaleno)
http://www.sinistrarcobaleno.it/il-programma/

Boselli (Partito Socialista)
Al posto del programma per ora c’è questa roba: http://www.partitosocialista.it/site/339/Default.aspx

Casini (Costituente di Centro)
Ancora niente…

D’Angeli (Sinistra Critica)
Ancora niente… però in compenso c’è questo http://www.sinistracritica.org/partecipa

De Vita (Unione Italiana Consumatori)
Ancora niente…

Mastella (UDEUR)
http://www.popolariudeur.it/word/PROGRAMMA_CONGRESSO.doc

Santanchè (La Destra)
http://www.la-destra.it/documento_programmatico.pdf anche se non è proprio il programma

Veltroni (Pardito Democratico)
http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=45315