Dal Grest al “Fanciullino”

8 luglio 2013 alle 13:42 | Pubblicato su L'Azione, oderzo | Lascia un commento
Tag: , , ,

Togliersi di dosso i panni dell’animatore è dura, quando lo si è fatto per anni con passione.
È questo il caso di Valentina Dal Bo’ e Angela Giacomini, due ex animatrici del Grest di Fratta di Oderzo, dove vivono. Ventisei anni la prima, venticinque la seconda, le accomuna una lunga amicizia, un curriculum con laurea di stampo pedagogico, stage e tirocini vari, il servizio in parrocchia come animatrici di un gruppo di adolescenti. Tutte esperienze che ora verseranno ne “Il fanciullino”, un particolare centro estivo di loro ideazione che ha aperto il 10 giugno scorso presso la sede dell’Associazione Fratta Unita.
Intanto spiegateci il nome ed il simbolo di questa iniziativa.
Angela: il simbolo è una scatola da cui escono dei colori. Spesso gli adulti pensano che i bambini siano scatole da riempire, invece è il contrario: il bambino ha un sacco di potenzialità che il genitore o l’educatore deve far emergere. Abbiamo chiamato così il nostro centro in riferimento a Giovanni Pascoli, il quale credeva che dentro ogni persona ci sia “un fanciullino”, ovvero la capacità di meravigliarsi di fronte alle piccole cose, la creatività, la sensibilità, aspetti che da adulti si tende a soffocare.
Cosa vi ha spinto a lanciarvi in questo progetto?
Valentina: la volontà di conciliare la nostra formazione con la nostra passione per i bambini. Educare i bambini partendo dai valori, e andare incontro alle esigenze dei genitori di Oderzo, dove un’attività come la nostra manca. Partiamo senza sapere come andrà, ma le idee per il futuro non mancano. In questo centro estivo prevediamo giornate di condivisione con le famiglie, allevamento di piccoli animali, lavori nell’orto, ma anche servizi come animazioni di feste o le “Serate coppietta”: se due genitori vogliono fare una cenetta romantica, possono affidare a noi i loro figli…
Siete molto flessibili, insomma.
A.: Certo. Prevediamo pacchetti anche di tre settimane, una settimana, cinque giorni, un giorno, una mattina, anche solo un’ora…
V.: Le nostre attività avranno un tema diverso ogni settimana e spazieranno dall’educazione stradale, il riciclo, la moda, il giornalismo. Saranno studiate in modo da non penalizzare chi non fa la settimana intera.
Che importanza hanno avuto i vostri trascorsi da animatrici?
A.: L’esperienza di animazione in parrocchia è stata per noi come una palestra di vita, e ha gettato le basi anche per le nostre scelte universitarie. Lì abbiamo scoperto la passione per i bambini, la gratuità e l’aiuto verso il prossimo, la sensibilità per i bambini in difficoltà, che prima di diventare lavoro sono state, e sono, una passione. Il volontariato, come il catechismo e la nostra collaborazione con la Nostra Famiglia di Oderzo sono serviti non solo a farci conoscere ma anche a consolidare le nostre capacità professionali. E’ stata un’esperienza formativa ed emotiva a 360 gradi.
In realtà la vostra proposta è ben diversa da quella di un Grest, dove sono richieste motivazioni, approcci e professionalità differenti. In cosa si differenzia?
A.: Per esempio non ci interessa che bambini portino a casa bei lavoretti, e non organizzeremo recite. Sono attività che possono creare ansia e i bambini hanno bisogno di rilassarsi dopo tanti mesi a scuola. L’importante è come si fa la cosa, non la cosa in sé.
V.: Un giorno alla settimana poi prevediamo che siano i bambini a mettersi i panni dell’educatrice. I bambini si sentono importanti quando vengono responsabilizzati: anche loro possono insegnare a noi, e agli altri bambini, visto che frequentano scuole diverse e hanno avuto esperienze diverse. Per questo gli daremo anche la possibilità di scrivere in forma anonima cosa non gli piace delle nostre attività. E un pensiero positivo, per guardare in maniera gioiosa alla vita.

L’Azione, domenica 30 giugno 2013

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: