Dacci oggi la nostra acqua quotidiana… a Oderzo


Il Coordinamento Opitergino per il Sì e l’AGESCI di Oderzo hanno organizzato, nella serata di martedì 7 giugno, una replica nella Sala del Campanile di Oderzo dell’incontro “Dacci oggi la nostra acqua quotidiana” tenutosi a Motta il 19 maggio scorso.
Ha aperto la serata, come già allora, il giovane Andrea Menzato del gruppo “Facoltà di intendere” di Padova, che ha di nuovo spiegato nei dettagli le ambiguità che stanno dietro le leggi che i due referendum sull’acqua vogliono modificare; ha sfatato il luogo comune secondo cui il privato serve a portare gli investimenti per sistemare gli acquedotti colabrodo, mostrando come il peggior acquedotto italiano, quello di Roma, sia proprio a gestione privata; ha infine concluso ribadendo come la questione, per quanto “politica” nel senso più nobile del termine, non dev’essere assolutamente considerata “partitica”.
Questa volta, a differenza di Motta, il secondo ad intervenire è stato don Nandino Capovilla (nella foto), coordinatore nazionale di Pax Christi. Egli ha mostrato ai presenti una sua videointervista a mons. Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio “Giustizia e Pace”; sorprendentemente, l’intervistato ha spronato don Nandino a convincere i vescovi italiani a sbilanciarsi sui temi dei referendum sull’acqua, specie dopo la recente presa di posizione del segretario generale della CEI mons. Mariano Crociata; il sacerdote intanto domani parteciperà al digiuno in Piazza San Pietro a Roma promosso da padre Alex Zanotelli.
«Al di là degli esiti del referendum – ha affermato – è già enorme quello che sta accadendo, questo movimento dal basso che sta muovendo i popoli, i quali credono che un cambiamento sia possibile». Ha parlato delle iniziative della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita promosse in occasione della visita di papa Benedetto a Venezia, proposte «forse non comprese pienamente» a causa di una certa titubanza generale, da parte del popolo di Dio, a mettersi in gioco. «Eppure Gesù l’ultimo giorno tirerà in ballo situazioni concrete: avevo sete e non mi avete dato da bere»; tutto ciò che riguarda l’acqua quindi tira pienamente in ballo la nostra fede.

da lazione.it

Annunci

Un pensiero riguardo “Dacci oggi la nostra acqua quotidiana… a Oderzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...