“Spazio Zero” cerca spazi per i giovani


Cos’è Spazio Zero? Più che un gruppo, si potrebbe chiamarlo un movimento spontaneo di giovani che sta muovendo i suoi primi passi a Oderzo, nato quasi per caso su iniziativa del caminese Mirco Andreon e di Matteo Moretto, originario di Fratta. Qualche mese fa si rividero dopo tempo e si resero conto di sentire entrambi la mancanza, a Oderzo, di un luogo di incontro giovanile diverso dal solito bar.
I due ora si rivolgono proprio a tutti quelli che, nell’opitergino-mottense, la pensano come loro.
“Pensi che a Oderzo e dintorni non ci siano abbastanza spazi/iniziative culturali che rispondano ai tuoi bisogni e interessi? Noi sì!”: così inizia la pagina che hanno creato su Facebook
(www.tinyurl.com/spaziozero), un mezzo virtuale creato a supporto del dialogo… nel mondo reale.
I riscontri sono stati subito positivi, ed ora in una Oderzo che evidentemente ricorda troppo spesso le città descritte in qualche vecchia canzone degli 883, un gruppo di giovani lancia questa sfida: creare un nuovo luogo di ritrovo, apartitico e senza scopo di lucro, una “alternativa culturale di aggregazione che spazi tra musica, arte, informazione, dibattiti, gioco, book-crossing, open source, laboratori: l’unico limite sarà la voglia di metterci in gioco”: così recita la presentazione della pagina su internet.
Il nome, “SpazioZero”, mette bene in luce il fatto che proprio da zero parte questo movimento, con tante idee e buona volontà, ma senza alcuna certezza. A partire dal luogo dove potrebbe trovare sede questo spazio: trovarlo non sarà un’impresa facile, tenuto anche conto che l’edificio della stazione di Oderzo, già a volte proposto negli scorsi anni come sede di un’eventuale centro giovanile, sembra destinato ad essere utilizzato in altro modo.
Alle prime due riunioni organizzate da questo movimento, ospitate nei locali del Patronato Turroni, hanno partecipato in totale una quarantina di persone diverse, venticinque per volta. Primo obbiettivo, o meglio sarebbe dire “obbiettivo zero”, farsi conoscere: per questo i giovani di “Spazio Zero” invitano tutti ad una piccola festa di sensibilizzazione con castagne e vin brulè, sabato 27 novembre a partire dalle 14 presso l’arena del parco antistante le piscine di Oderzo.

L’Azione, domenica 28 novembre 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...