Una vittima della crisi


La crisi, un futuro troppo incerto, il timore di dover licenziare: sembra siano state queste le motivazioni che hanno spinto Valter Ongaro, 58 anni, di Lutrano di Fontanelle, a togliersi la vita nel tardo pomeriggio di martedì 19 maggio, all’interno della propria azienda.
Un gesto estremo che ha fatto cadere nello sconforto la moglie Francesca e i due figli, Martina e Marco, nonché il fratello e socio Daniele. E inoltre i suoi tanti amici e conoscenti, tutti ora a domandarsi se questa tragedia si sarebbe potuta evitare. Valter Ongaro era una persona molto conosciuta e stimata nel suo paese, fin dalla giovinezza, grazie alla sua passione per la musica e il canto e alle sue esibizioni alle feste parrocchiali. Negli anni ’80 metteva su famiglia e avviava col fratello Daniele una impresa di verniciatura di infissi a qualche centinaio di metri da casa: una piccola impresa come tante nella nostra zona, che non aveva mai avuto grossi problemi di lavoro. Almeno fino a non molti mesi fa, quando gli effetti della crisi hanno iniziato a farsi sentire, specialmente per le aziende che come questa lavorano per conto terzi.
Alla Ongaro Fratelli S.N.C. aveva otto dipendenti, molti dei quali in azienda da più di vent’anni. Persone che avevano instaurato un rapporto molto familiare con i propri datori di lavoro: l’ipotesi di essere costretto a mandare a casa qualcuno di loro ha forse contribuito ad aumentare il malessere in una persona così sensibile.
La chiesa di Lutrano come prevedibile non è riuscita a contenere le tante persone accorse al funerale, tenutosi il 22 maggio alle ore 17, e celebrato da don Stefano Taffarel e dal suo compaesano e coetaneo don Pierino Bortolini.
Una macabra coincidenza ha legato la storia di Valter a quella di un collega di Castello di Godego, Stefano Grollo, che a distanza di un giorno ha preso per motivi simili la stessa tragica decisione.

(Articolo inedito)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...