«Qui professionalizziamo»


C’è chi sostiene che le scuole professionali non diano una preparazione culturale adeguata…
«Non è vero – afferma Guido Daniele, dirigente scolastico dell’Isis Obici di Oderzo -. Qui si tratta materie trasversali che impegnano gli allievi. Chiaramente la teorizzazione viene curata meno che ai licei: qui viene svolta una maggiore professionalizzazione, in quando si orienta i ragazzi ad essere operativi ad età non eccessivamente tarde, mentre una soluzione liceale, pur con laurea breve, non termina prima dei 23-24 anni. E in Europa c’è la tendenza ad abbassare ampiamente l’età di potenziale attività lavorativa. Io sono convinto che anche in Italia l’evoluzione della scuola media superiore debba comportare un diploma a 18 anni: c’era ai tempi di Berlinguer un progetto che prevedeva la riduzione di un anno di scuola media, ma non è andato in porto causa fine anticipata della legislatura ed altri motivi legati al progetto di valutazione degli insegnanti…».
Che tipologia di studenti frequenta l’Obici?
«L’orientamento che viene fornito ai ragazzi alle medie va per valutazione della media dei voti: chi esce con ottimo viene indirizzato al liceo, mentre le valutazioni inferiori agli istituti tecnici e professionali. In questo modo non si tiene conto delle attitudini dello studente, e da noi arriva un “pacchetto” di studenti in cui è diffusa la sufficienza. Abbiamo inoltre una notevole frequenza di allievi stranieri, i quali per situazioni di reddito e di varia necessità vedono di buon occhio la possibilità di essere impiegati in età basse».
Ma è solo per questo che molti ragazzini sono spinti verso il liceo?
«Penso che il censo, e le aspettative, delle famiglie italiane siano aumentati, portando ad un allungamento degli studi, a seguire degli status symbol non sempre opportuni che sono le U niversità. Non sempre vengono fatte valutazioni di opportunità di impiego, anche perché vediamo che le aziende del Nord-Est, per le loro caratteristiche, spesso non sono in grado di occupare alte scolarizzazioni. Il quadro intermedio ha certamente più possibilità di impiego, anche immediato. Ciononostante i licei hanno avuto un grande sviluppo, anche grazie all’apertura delle lauree triennali, al moltiplicarsi di sedi e indirizzi universitari, non sempre “al top”. E poi perché è mancata una formazione tecnica superiore parallela, di cui si parla ultimamente. Poi i licei sono più appetibili anche perché hanno meno ore in programma…
Ora si sta cercando di ridistribuire l’utenza verso i professionali e i tecnici, ma sarà faticoso: la Provincia di Treviso non ha visto di buon occhio questo spostamento verso il liceo che non sempre ha dato i frutti sperati. Negli ultimi dieci anni si è parlato di poli e licei tecnologici: molte parole senza alcuna definizione specifica che hanno creato un disorientamento che ha ulteriormente avvantaggiato i licei, i quali sono rimasti statici tranne poche sperimentazioni. Un’incertezza decisionale che mi auguro venga colmata già in questa legislatura».
Che sbocchi e che collegamenti ha chi esce da questo istituto?
«Dopo i primi tre anni che portano all’esame di qualifica prevediamo quattro specializzazioni che tendenzialmente quasi tutti gli allievi compiono per acquisire il diploma. In terza e quarta programmiamo lo svolgimento di stage in quanto è previsto che lo facciano per sei settimane: così i nostri studenti vengono a conoscenza del mondo del lavoro tramite un parco di aziende che operano in questi settori. E viceversa. Invitiamo gli allievi a dare una buona impressione e impegnarsi, perché questo è un viatico per eventuali collaborazioni successive. E, tranne in qualche raro caso, abbiamo dei buoni risultati».

L’Azione, Domenica 25 gennaio 2009

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...