Telefonino inutile? No, solidale!


Le statistiche ormai da qualche anno sono concordi: noi italiani siamo i più colpiti al mondo da quella malattia chiamata telefono cellulare.
E a chi non è capitato di romperlo e poi di andare in negozio per sentirsi dire che costa meno comprarlo nuovo che ripararlo? C’è chi poi purtroppo non resiste alla tentazione di avere l’ultimo modello…
Il risultato? Tanti telefonini quasi nuovi e non più utilizzati che non si sa bene come smaltire.
Ma ora possiamo facilmente trasformare questi oggetti che non usiamo più in oggetti solidali. Come? Portandoli in parrocchia a San Vincenzo di Oderzo, la quale ha aderito all’iniziativa del Magis, movimento che fa capo ai Gesuiti italiani. Il Magis recupera i cellulari che non usiamo più, per rivenderli nel mercato dell’usato, quando funzionano, o per recuperare quanto possibile nei modelli fuori uso, a norma di legge.
Il ricavato viene destinato alla realizzazione di cucine solari in Ciad e un ospedale per malati di Aids in Kenya.
Una sorta di piccolo risarcimento ai popoli dell’Africa, da anni ormai depredati dagli occidentali delle preziose materie prime indispensabili al funzionamento dei nostri telefonini.

L’Azione, domenica 21 dicembre 2008

Annunci

Un pensiero riguardo “Telefonino inutile? No, solidale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...