Lost In The Supermarket


Il momento che tutti noi consumatori attendiamo dall’Anno di Grazia 1999 è arrivato: oggi pomeriggio alle 16 apre a Oderzo il parco commerciale Stella Shopping, realizzato nell’ambito del progetto meglio noto come PRUSST: Piano di Riqualificazione Urbana Sostenibile eccetera eccetera.
Voci di corridoio dicono che, nonostante oggi l’apertura sia solo per le autorità, nel luogo stia affluendo un sacco di gente. E così prendo e vado anch’io.
Arrivo. Le auto parcheggiate sono già tante, decisamente più della gente che curiosa intorno all’edificio, un grosso calamitone piovuto chissà perché dal cielo, là dove c’era l’erba.
A Chi Mi Dice dei Blue sparata sugli altoparlanti già mi mette di cattivo umore.
Entro dal negozio di abbigliamento. Esco dal negozio di abbigliamento. Passo davanti ai due negozi adiacenti. Alcuni operai lavorano alacremente. L’aspetto dell’insieme, tra il classico ed il postmoderno, sembra uscito da un qualche brutto prequel di Star Wars.
Arrivo davanti al Caffè centrale. Il mio sguardo è attirato da un gruppo di fontane simili a geyser che spuntano in mezzo al marciapiede. Già mi vedo, il 25 luglio 2009, gruppi di quindicenni in branco che vi si gettano sopra a turno per fare i fighi con le ragazze e provare nuove intense sensazioni di freschezza sotto al pacco.
Dietro al grande fabbricato la vista del parco naturale calma la mia voglia irrefrenabile di acquisti natalizi. Sono ormai le quattro e mezza ed in teoria avrebbe dovuto esserci il taglio del nastro, ma dove sono i vips? Dove sono le autorità? Dov’è il monsignore col cestello dell’acquasanta?
Entro nel grande edificio del supermercato, posto di fianco al calamitone. Il grande salone è pieno, meno male che era una cosa strettamente riservata alle persone con invito. Ecco il sindaco, gli assessori, i consiglieri, l’Abate Mitrato, il Leonardo in persona, il rappresentante del Governatore. Iniziano i discorsi ma il 90% dei presenti continua a farsi i fatti propri. Ho come l’impressione di aver già visto questa scena, ma dove?
Benvenuti nell’era dell’ottimismo. Oggi giunge al termine un progetto lungo dieci anni e portato avanti tra mille difficoltà. Oggi mentre c’è la crisi noi apriamo e creiamo posti di lavoro. Perché noi a Treviso non facciamo finanza creativa, no: a Treviso si lavora sporcandosi le mani di terra, di olio, di vite. Per favore vi invito a fare silenzio che c’è gente che sta parlando. E avanti così.
E mi sembra di essere in quella scena di Spider-Man dove sono tutti insieme in piazza a fare l’inaugurazione. Manca solo che sul più bello spunti da dietro la colonna il Goblin con il suo coso volante e si metta a lanciare le sue mitiche bombe malefiche a forma di zucca. E ci manca poco che lo desideri veramente. Così come che in quel momento i sensi di ragno di Peter Parker siano per qualche motivo offuscati.
Meno male che a svegliarmi arriva l’affondo finale: «Dobbiamo essere ottimisti. Perciò questo Natale lo dobbiamo passare in famiglia, consumando. Perché chi lavora non ha paura del futuro!»
Altro che crisi. Let’s spend together and feel alright. Se poi avanza anche qualche minuto per ricordarci che a Natale si festeggia la nascita di Gesù ben venga. Applausi poco scroscianti.
Dopo il taglio del nastro ci si riversa tutti nel supermercato. I corridoi, i panettoni, il reparto frutta, l’acqua minerale. Qualcuno fa una foto ricordo. Quando è in corso una crisi è un po’ tutto concesso, quasi come a carnevale.
Gli altoparlanti passano Bleeding Love. Esco. E’ buio. I lampioni hanno l’aspetto di fiocchi di neve.
Non trovo più la mia macchina. Un ultimo colpo di fotocamera.
Parto. Il rallentatore per poco non mi frega la coppa dell’olio.
Torno a casa. Scarico le foto nel pc.
Cazzarola. Mi sono dimenticato che c’era il buffet.
Sarà per la prossima volta.

In radio: Clash – Lost In The Supermarket

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...