Il cerchio dei Luxuriosi


“La storia fatta con le barzellette”: così ieri in prima pagina di Liberazione a proposito del caso Gramsci.
Liberazione è il quotidiano di Rifondazione Comunista. Allo stesso partito appartiene l’onorevole Vladimir Luxuria, il quale quest’estate fu aspramente criticato, aggiungo io giustamente, dalla direzione del partito per aver deciso di partecipare al reality-show L’isola dei Famosi.

Ed ora invece Liberazione grida vittoria: finalmente la sinistra vince. “Vladimir come Obama? E’ un po’ esagerato, ma fatecelo dire. Con il primo presidente afroamericano che va alla Casa Bianca si rompe il pregiudizio che per più di un secolo ha tenuto un popolo lontano dalla più importante istituzione americana, con Vladimir all’Isola si rompe il tabù dell’eterosessualità a tutti i costi”. Queste le parole del direttore Piero Sansonetti, un quasi sosia di Guccini anticastrista senza la tessera del partito che lo paga, il quale ieri sera aveva ribadito il concetto in modo ancora più trionfalistico ai microfoni del TG5.

L’Obama di casa nostra non è quindi né Veltroni né tantomeno Berlusconi: è Vladimir Luxuria.

La storia fatta con le barzellette.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...