Giovani e politica a Oderzo


Sono passati ormai cinque mesi dalle elezioni comunali a Oderzo, le quali furono caratterizzate da una presenza di giovani senza precedenti in città. Vediamo chi è rimasto, chi non c’è più, cosa c’è di nuovo.
I primi a farsi avanti furono i “Giovani per Oderzo”, gruppo nato già alcuni mesi prima su iniziativa di alcuni giovani opitergini vicini al centrosinistra. A differenza dei due gruppi di cui si parla in seguito non si costituirono lista civica, ma ebbero quattro rappresentanti candidati nella lista “Uniti per Oderzo”. Il gruppo continua ad incontrarsi periodicamente, ha analizzato il programma di governo della nuova amministrazione e ha recentemente ribadito la priorità di attivare in città un centro giovani adeguato. Il gruppo ha inoltre intenzione di lanciare un progetto sulla sicurezza stradale.
La lista che invece appoggiò Covre, i “Giovani noi ci siamo”, sin dall’indomani del ballottaggio lasciarono scritto sul loro sito internet la volontà di “vigilare sull’operato della nuova amministrazione”, ed ora alcuni componenti del gruppo assistono ai consigli comunali.
Si sono invece perse le tracce della Lega Giovani, lista civica che invece appoggiò Montagner.
Per quanto riguarda l’effettiva presenza di giovani in consiglio comunale, i “meno stagionati” sono i 31enni consiglieri di maggioranza Marco Rebecca e Stefano Battistella, che battono di poco l’assessore alla cultura Meri Zorz.

Datemi un blog e vi solleverò Oderzo

Non avrebbe pensato di giungere alla ribalta così rapidamente Alessandro Marchetti, 23enne opitergino che dal 17 settembre scorso gestisce il blog “La gioventù che partecipa”. Per chi ancora non lo sapesse il blog è una sorta di “diario” personale in Internet, strumento ormai molto diffuso anche tra centinaia di migliaia di italiani che si sono così improvvisati scrittori, giornalisti e/o opinionisti senza spendere una lira. «Lo spettacolo di Beppe Grillo a febbraio scorso a Villorba è stato per me come una folgorazione sulla via di Damasco» spiega Marchetti. Da qui l’idea di lanciare uno spazio su Internet che ricalchi, nel suo piccolo, l’ormai celebre www.beppegrillo.it, il blog più visitato d’Europa. Nei suoi primi 50 giorni il sito, raggiungibile all’indirizzo www.oderzopartecipa.it, è stato visitato 1740 volte.
La prima denuncia di Marchetti e dei suoi amici è stata la mancanza dei recapiti degli assessori nel sito internet del Comune, comparsi circa dieci giorni dopo. In seguito ha pubblicato una documentazione fotografica sui lavori di riverniciatura della segnaletica orizzontale nelle strade del centro. La potenza di Internet ha fatto in modo che il blog finisse presto sotto l’occhio dei giornalisti che ne hanno in seguito dato notizia sui giornali locali. Tutto questo senza che Marchetti muovesse un dito.
La critica che viene fatta più spesso a quest’ultimo è che si tratta del figlio di un assessore della precedente amministrazione leghista, quindi…
«Quindi niente. Intanto mio padre era un tecnico e non un politico, e si era reso disponibile a collaborare anche con la nuova giunta; poi tutto quello che scrivo sul blog porta la mia firma e la responsabilità di quanto scritto è solo mia. Mio padre legge quello che scrivo, mi sostiene e mi pubblicizza, ma io non sono né il prestanome né il portavoce di nessuno».
Questa affermazione può essere usata come risposta ad una e-mail del 31 ottobre firmata “Oderzo Sicura – Cittadini Attivi” nella quale il gruppo dell’attuale maggioranza ha sottolineato la “strana coincidenza” temporale tra l’apertura del blog e la sconfitta della Lega Nord alle elezioni amministrative. Marchetti ha pubblicato il messaggio creando un piccolo caso in città.

L’Azione, 19 novembre 2006

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...