E poi non ditemi che sono troppo cattivo coi giornalisti…


Speravo di non doverne parlare più ed invece…

Da domani «Il Gazzettino» di Venezia non userà più l’espressione Unabomber i titoli, articoli e didascalie per indicare il maniaco che terrorizza il Nordest, ma quella di «Monabomber», con chiaro riferimento a un tipico insulto veneziano.
Lo ha annunciato il Direttore del quotidiano, Luigi Bacialli, il quale ha spiegato così la decisione: "E’ giustissimo il discorso del giudice Marini, che sottolinea quanto possa essere autogratificato il criminale bombarolo da campagne mediatiche che sia pure involontariamentene esaltano le imprese».
«E’ giusto infatti – ha proseguito il Direttore del «Gazzettino» – che chi compie attentati di questa gravità senta intorno a sè non solo un comprensibile interesse giornalistico ma anche una adeguata dose di disprezzo». (ANSA, lunedì 14 marzo).

Si tratta secondo me di una pessima trovata pubblicitaria alla quale anch’io, lo ammetto, con questo post sto fomentando. Una cosa del genere è passibile di denuncia. Se non è gettare benzina sul fuoco questa… se nei prossimi giorni succederà una cosa che ho in mente adesso che non dicano che non se la sono cercata…

 

Annunci

Un pensiero riguardo “E poi non ditemi che sono troppo cattivo coi giornalisti…

  1. non si e mai abbastanza cattivi coi giornalisti. ma IMHO non e vero che si fomenta unabomber a continuare. chillo fa quello che je pare. è una trovata di jackal marketing, questo si-

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...