Ancora Unabomber


Di nuovo.
Verso l’una ho acceso la Tv e ho letto “Motta di Livenza” sull’Ultim’ora. Ancora una volta però a causa dell’ennesimo attacco del famigerato Unabomber, di nuovo in una Chiesa, di nuovo a casa dei nostri cugini mottensi già colpiti in cimitero il 2 novembre 2001. E di nuovo a farne le spese è stata una bambina.
Che dire? Spero soltanto che a questa povera bambina di sei anni venga evitato il linciaggio mediatico che ha subito la nostra Francesca, i suoi genitori e i suoi amici nei giorni successivi al 25 aprile 2003. Infatti, se da un lato è parlando tanto di questi tragici eventi che poi partono le “gare di solidarietà” verso le vittime, dall’altro altro non si fa che il gioco di Unabomber stesso, perchè se c’è una cosa che lui sicuramente vuole è la maggiore visibilità possibile. La sua in fondo è una forma estrema di esibizionismo: i media non fanno altro che alimentarlo, e certi giornalisti tanto "solerti" a volte dovrebbero ricordarselo. Una piccola parte delle responsabilità quando succedono queste cose va anche a loro. Ricordate per esempio i “sassi” di Tortona? Nel periodo successivo a questo tragico evento il lancio del sasso dal cavalcavia diventò una specie di mania nazionale, con casi registrati in ogni parte d’Italia. E vi ricordate di Acquabomber, quello che iniettava il veleno nelle bottiglie di acqua minerale? Nei giorni seguenti il suo gesto fu emulato dalla Lombardia alla Sicilia con tanto di mini-psicosi nazionale. Fino a quando il telegiornale non ne ha parlato più e il fenomeno si è sgonfiato.
Sarà la volta buona che per una volta i “miei colleghi” spegneranno le telecamere? Io lo spero, ma francamente ne dubito. Mi piacerebbe comunque essere smentito.

Annunci

Un pensiero riguardo “Ancora Unabomber

  1. Sono anch’io in zona e sono rimasta sconvolta ancora una volta dalla freddezza di questo uomo e dal fatto che, ancora una volta, la vittima sia ancora una bambina. Concordo pienamente con te nella tua analisi dell’evento. Complimenti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...